andrea naso è il nuovo regista di filumè pensieri di bo'
Teatro di Bo' 22 Settembre,2017

ANDREA NASO è IL NUOVO REGISTA DI FILUME'

Dalla Calabria il giovane regista dirigerà Franco Di Corcia jr
La ‘nuova’ Filume’ sarà a Milano il 4 Ottobre al Palazzo Giuriconsulti
In Cartellone a Roma dal 15 al 17 dicembre al Teatro Ivelise
Unica data in provincia di Pisa dal 11 al 13 novembre

Diplomato all'accademia d'Arte Drammatica della Calabria, Andrea Naso, classe 1973,è il nuovo regista della piece teatrale Filume', una voce e mille pensieri (liberamente ispirato a Filumena Marturano di Eduardo De Filippo) di e con Franco Di Corcia jr.

La sua formazione artistica è ricca di esperienze con l'Accademia Teatrale di Varsavia (Teatro dell'Assurdo di Ian Englert), Teatro Cervantes di Buenos Aires (Argentina) Teatro delle Ombre di Norberto Laino nonchè attore di teatro dal 1995 lavorando con Irene Papas, Paola Quattrini, Vanessa Gravina e tanti altri. Dal 2012 dirige la Compagnia Teatrale Dracma e il teatro comunale di Polistena (Reggio Calabria)

"Ho conosciuto per la prima volta FILUME' nel dicembre 2016 ospitando questo lavoro nella mia piccola rassegna RiPassi Teatrali (a Polistena Reggio Calabria) e da l“ non ho fatto altro che consigliarlo a colleghi e conoscenti.

Il caso o chissà cosa ha voluto che proprio io - dopo quattro anni dal suo debutto avvenuto nel 2014 - curassi la 'nuova regia' dello spettacolo.

L'ho fatto perchè Filume' di Franco Di Corcia Jr intanto è un piccolo capolavoro che fa bene all'anima di chi lo vede oltre che al Teatro in generale e poi Franco jr, che artista che fa della Bellezza il suo scopo, persona che non si dimentica da un giorno all'altro.

La pièce teatrale è scarna ed essenziale nella messinscena: una sedia, una tavola povera, una candela, due luci e una canzone...poi, un uomo, solo in scena, che, delicatamente, incarna una vita al femminile, e di questa ne prende in carico il corpo leggero e l'anima greve per tradurli egregiamente in sentimento puro e Verità...senza stereotipi, manierismi attoriali o inutili travestimenti...nulla di tutto questo per fortuna. Non pensate però al monologo. E' tutt'altro. Il capolavoro di Eduardo c'è tutto, ha solo cambiato la forma. Filumena Marturano è li, senza dubbio alcuno, e c'è Domenico Soriano, c'è l'avvocato, c'è Rosalia, ci sono i figli. Non si vedono i loro corpi in scena, ma ci sono. Vivono e si vedono, negli occhi, nelle mani, nella voce e nel corpo di un uomo, vestito da uomo, che è Filumena. A fine spettacolo, gli applausi prolungati saranno un grazie accorato per Franco Di Corcia jr ma contemporaneamente un abbraccio caldo e corale per donna Filumena Marturano, che ancora fatica a uscire dal corpo dell'attore. Segno, a mio avviso, che il Teatro vero, fatto di emozione, empatia, studio e Verità, ha trionfato. Scusate ma, qui ed ora, non cosa da poco."

CONDIVIDI: